Copia conforme: che cos’è, come e quando si fa

 Le pratiche burocratiche sono spesso complesse e a volte sono necessarie più copie di un atto o di un documento da presentare nei vari uffici. Purtroppo una semplice fotocopia ai fini legali non ha alcun valore. Come fare in questi casi? La soluzione è richiedere una copia conforme o copia autentica del vostro documento.

Che cos’è una copia conforme o copia autentica

La copia conforme all’originale o copia autentica è una copia di un atto o un documento originale sulla quale viene aggiunta una dichiarazione formale da parte di un pubblico ufficiale che attesta la fedele corrispondenza della copia all’originale.

In questo modo la copia conforme avrà lo stesso valore legale del documento originale, a tutti i fini e gli effetti di legge, in pratica è come avere un nuovo originale.

Chi attesta la copia conforme

La copia conforme o autentica viene solitamente richiesta a un pubblico ufficiale per legge autorizzato a tale funzione.

Tale pubblico ufficiale può essere il funzionario che ha emesso o che conserva l’originale (per esempio un funzionario comunale quando si richiedono copie di documenti registrati in comune, o il cancelliere in tribunale o l’impiegato della segreteria per quanto riguarda la scuola pubblica).

La copia conforme può anche essere emessa da un notaio che può rilasciare copie di atti che ha redatto e che conserva nei suoi archivi.

Se dovete attestare la copia conforme di un vostro documento questa può essere richiesta a un pubblico ufficiale per legge autorizzato a tale funzione, come ad esempio un funzionario comunale preposto a tale compito. Si può ottenere una copia conforme anche da un notaio.

Quando fare una copia conforme

Spesso è necessaria la copia conforme nel caso di richiesta di cittadinanza o di equipollenza di studi, a volte viene specificatamente richiesta una copia conforme del documento in quanto poi la documentazione consegnata non viene restituita.

È necessaria la copia conforme nei casi in cui si debba presentare la copia della carta d’identità, passaporto, diplomi di laurea o altri documenti personali o quando si vuole conservare l’originale per sicurezza o utilizzarlo nuovamente in futuro.

La copia conforme può essere usata al posto dell’originale anche nel caso di una traduzione giurata.

Nel caso di traduzioni giurate o asseverate, è bene valutare sempre se ricorrere a una copia conforme, in quanto la traduzione giurata prevede che l’originale, la traduzione e il verbale di giuramento vengano pinzati assieme e timbrati.

Nel caso in cui si volesse staccare successivamente l’originale, la traduzione non avrebbe più valore.

Come e dove ottenere una copia conforme di un documento o atto

Il modo più semplice per ottenere un’attestazione di copia conforme è recarsi in Comune. È sufficiente portare la fotocopia in bianco e nero del documento o atto originale assieme all’originale stesso e presentarla al pubblico ufficiale preposto a tale compito che confronterà i documenti e autenticherà la copia mediante un timbro o una dicitura apposta sulla vostra fotocopia. Vi verrà richiesto un documento di riconoscimento e nella dichiarazione appariranno i vostri dati, la data e il luogo di rilascio, nonché la firma del funzionario e il timbro dell’ufficio.

Costo della copia conforme

Quando si richiede una copia conforme in Comune i costi sono di 16,00€ ogni 4 pagine + diritti di segreteria. Non è necessario portare marche da bollo.

Per i dettagli del procedimento presso il Comune di Udine potete consultare la pagina dedicata http://www.comune.udine.gov.it/index.php/amministrazione-trasparente/attivita-e-procedimenti/tipologie-di-procedimento/dettaglio-procedimento?Id=4693