Consigli pratici per richiedere una traduzione giurata

Visto che spesso mi vengono richieste informazioni su come fare una traduzione giurata, anche chiamata traduzione asseverata, asseverazione traduzione certificata conforme al testo originale, ecc… In questo post descrivo in modo sintetico come richiedere una traduzione giurata.

Premetto che parlo di prassi ufficiale richiesta affinché la traduzione abbia validità legale (come nel caso di richiesta di visti, cittadinanza, equipollenza studi, ecc). Qualsiasi altra prassi di traduzione giurata o certificata per enti privati può variare a seconda di quanto richiesto.

Seguite le istruzioni e sarà facile! Per qualsiasi dubbio contattatemi!

Prima di tutto!

Il documento da tradurre, che sia redatto in lingua straniera o italiana deve essere valido per l’ente che lo riceverà (verificare se deve essere originale, copia conforme o autentica all’originale, semplice fotocopia o copia stampata da internet).

Nota importante!

La traduzione giurata comporta che il documento da tradurre, la traduzione e il verbale di giuramento ed eventuale legalizzazione vengano pinzati assieme e timbrati tra le pagine. Questi non possono più essere staccati altrimenti la traduzione perde validità. Pertanto nel caso di carta d’identità, patente, passaporto o documenti come la pergamena di laurea o documenti difficili da reperire o semplicemente se volete tenere l’originale, è necessario fare una copia conforme degli stessi.

 Dividerò la prassi per documenti esteri da presentare in Italia e documenti italiani da presentare all’estero.

DOCUMENTO ESTERO DA PRESENTARE IN ITALIA

Documento da tradurre proveniente da paese non CE: deve essere munito di legalizzazione/apostille.

Documenti da tradurre proveniente da paese CE: non è necessario che sia munito di legalizzazione/apostille a meno che non sia richiesta dall’ente che deve ricevere la traduzione giurata (controllare).

A questo punto il documento da tradurre è pronto.

Il documento viene consegnato al traduttore, che svolge la traduzione e quindi si reca in tribunale per il giuramento. Sono necessarie delle marche da bollo richieste dal tribunale (1 da 16,00€ ogni 4 pagine di traduzione incluso il verbale).

A questo punto il documento tradotto è pronto per essere consegnata in Italia.

DOCUMENTO ITALIANO DA PRESENTARE ALL’ESTERO

Documento da tradurre da presentare in paese non CE: deve essere munito di legalizzazione/apostille.

Documenti da tradurre da presentare in paese CE: non è necessario che sia munito di legalizzazione/apostille a meno che non sia richiesta dall’ente che deve ricevere la traduzione giurata (controllare).

A questo punto il documento da tradurre è pronto.

Il documento viene consegnato al traduttore, che svolge la traduzione e quindi si reca in tribunale per il giuramento. Sono necessarie delle marche da bollo richieste dal tribunale (1 da 16,00€ ogni 4 pagine di traduzione incluso il verbale).

Tale traduzione giurata deve essere munita di legalizzazione/apostille se il documento deve essere presentato in un paese non CE o quando richiesto pe i paesi CE.

A questo punto il documento tradotto è pronto per essere consegnato all’estero.

Per sapere come apporre il timbro di legalizzazione/apostille, orari e giornate di ricevimento di Procura e Prefettura, clicca qui.

Troverai altre importanti informazioni nella mie pagine di approfondimenti.

Per qualsiasi altra informazione o se hai bisogno di una traduzione giurata chiama 349 6661746