La traduzione di titoli di studio

Al giorno d’oggi la mobilità internazionale per studio o lavoro è sempre di più una condizione normale. Il mondo è aperto e connesso per viaggiare, studiare o andare a lavorare dovunque ce ne sia la possibilità o si voglia arrivare.

I giovani vanno all’estero già durante le superiori, spesso completano gli studi universitari o fanno dei master o specializzazioni all’estero. Alcune categorie lavorative, come gli infermieri, trovano facilmente lavoro all’estero perché sono molto richiesti.

In tutti questi casi è necessario presentare il titolo di studio e altri documenti richiesti per accedere all’istituto scolastico, o avere il lavoro per il quale ci si reca all’estero.

Nella mia esperienza lavorativa ho spesso realizzato le traduzioni per infermieri per lavoro in Inghilterra o in Spagna, dove venivano richiesti, oltre al Diploma di Laurea, anche altri documenti quali l’Onorabilità Professionale, il Casellario Giudiziale, l’Iscrizione IPASVI, a volte alche il Supplemento al Diploma (per la Spagna).

Anche per chi viene in Italia per lavorare o studiare il procedimento è lo stesso. Quando è necessario presentare il titolo di studio, ad esempio per ottenere l’equipollenza, questo deve essere tradotto in modo che abbia validità legale, mediante traduzione ufficiale (traduzione giurata/asseverata).

Equipollenza titoli di studio: che cos’è

Con il termine equipollenza si intende l’equiparazione di un titolo di studio estero a un corrispondente titolo italiano.

Puoi trovare informazioni sull’equipollenza alla sezione specifica del sito del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca www.miur.gov.it/equipollenze-equivalenza-ed-equiparazioni-tra-titoli-di-studio

Esiste anche un Centro Informazione sulla Mobilità e le Equipollenze Accademiche CIMEA  che fornisce informazioni sull’equipollenza dei titoli esteri relativamente all’ammissione alle università, al riconoscimento del dottorato, delle professioni ed ai concorsi pubblici.

Nella situazione inversa, in cui è lo studente italiano con titolo conseguito in Italia a richiedere l’equipollenza con i titoli esteri, sarà necessario fare riferimento alla Sezione Culturale dell’ambasciata in Italia del paese presso cui si intende inoltrare la richiesta.