Certificati da asseverare: come presentarli al traduttore

Il ruolo del traduttore

Quando la traduzione di un certificato o documento deve avere valore legale, al traduttore viene richiesta una traduzione giurata, detta anche traduzione asseverata.

Il traduttore non ha nessuna responsabilità riguardo alla validità del certificato o documento che gli viene consegnato per effettuare la traduzione giurata. Il traduttore può tradurre e asseverare qualsiasi tipo documento, con o senza firme. Il compito del traduttore è quello di tradurre il documento consegnatogli in tutte le sue parti (compresi timbri e altre diciture) e presentare in Tribunale tale certificato o documento, allegando la traduzione dello stesso e il verbale di giuramento.

Con il giuramento, il traduttore si assume la responsabilità penale per quanto tradotto. La traduzione verrà firmata da un Ufficiale Giudiziario in Tribunale e quindi la firma di tale Ufficiale Giudiziario verrà certificata mediante legalizzazione o apostille (a seconda del paese in cui verrà presentato il documento).

A questo punto la traduzione sarà sicuramente valida, ma in questo processo non viene presa in considerazione la validità del documento presentato al traduttore.

È quindi di fondamentale importanza che il testo consegnato al traduttore sia valido ai fini per i quali viene richiesta la traduzione e sia completo di eventuali timbri e firme richiesti per legge.

Inoltre, è importante ricordare che il certificato o documento verrà pinzato assieme alla traduzione e il verbale di giuramento, timbrato tra le pagine e non potrà più essere staccato altrimenti perderà la sua validità.

Pertanto, nel caso vogliate tenere il documento originale perché è difficile da reperire, oppure non è consegnabile (patente, tessere, diploma di laurea, ecc.), è possibile fare una copia conforme dello stesso (si ottiene in Comune al costo di €16,00 ogni 4 pagine, portare la fotocopia dell’originale).

Come presentare il documento da tradurre

Come detto sopra, il documento può essere presentato come originale o la copia conforme dello stesso.

  • Se il certificato è firmato da un ufficiale giudiziario, comunale o dell’istruzione pubblica, tale firma deve essere certificata mediante legalizzazione o apostille. Per i certificati scolastici e quelli emessi dal comune, le firme sono depositate in Prefettura, per il certificati penali emessi dalla Procura, le firme sono depositate nella stessa Procura.
  • Se il certificato è digitale, non presenta firme o le firme non sono depositate in Procura o Prefettura, non è possibile certificare le firme e quindi i documenti rimangono senza legalizzazione o apostille.

Riassumo qui alcuni casi più frequenti.

  • Certificato penale (carichi pendenti, casellario giudiziale). Tali certificati si ottengono in Procura (Procura di Udine: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12). Possono essere richiesti con procedura normale (€16,00€ + €3,54 di marche da bollo) o urgenza (da aggiungere altri €3,54 di marche da bollo). Le marche da bollo sono da portare.

Dopo aver ottenuto il certificato la firma dello stesso deve essere certificata con legalizzazione o apostille (a seconda del paese in cui andrà presentato il documento). Tale certificazione si ottiene nell’ufficio preposto sempre in Procura (si deposita il certificato e si ritira il giorno dopo, non sono richieste marche da bollo).

  • Certificati del comune/scolastici.

Dopo aver ottenuto il certificato, la firma dello stesso deve essere certificata con legalizzazione o apostille (a seconda del paese in cui andrà presentato il documento). Tale certificazione si ottiene in Prefettura (Prefettura di Udine: dalle 11 alle 12 il martedì, si ritira il martedì della settimana seguente, possono essere necessarie delle marche da bollo, dipende dall’uso dei certificati presentati (chiedere allo sportello).

  • Altri documenti/certificati. Non serve legalizzazione o apostille.
Documento originale o copia conforme dello stesso

Legalizzazione

Apostille

Procura

Prefettura

Certificato penale

SI

X

Certificati scolastici o emessi dal Comune

SI

X

Certificati digitali, senza firme o con firme non depositate

NO